Cute Bow Tie Hearts Blinking Blue and Pink Pointer

Tra pochi giorni in libreria:

domenica 9 agosto 2015

L'ora delle recensioni #5: Il Miglio Verde di Stephen King

Ciao, oggi mi occupo io della recensione della settimana. Vi presento Il Miglio Verde di Stephen King. Lo considero un grandissimo libro, quindi spero piaccia anche a voi.

  
TITOLO: Il Miglio Verde
AUTORE: Stephen King
ANNO: 1996
PREZZO: 11,90€
CASA EDITRICE: Pickwick
GENERE:Romanzo gotico, classico

TRAMA: Nel penitenziario di Cold Mountain, lungo lo stretto corridoio di celle noto come “Il Miglio  Verde”, i detenuti come lo psicopatico “Billy the Kid” Wharton o il demoniaco Eduard Delacroix aspettano di morire sulla sedia elettrica, sorvegliati a vista dalle guardie. Ma nessuno riesce s decifrare l’enigmatico sguardo di John Coffey, un nero gigantesco condannato a morte per aver violentato e ucciso due bambine Chi è Coffey? Un mostro dalle sembianze umane o un essere diverso da tutti gli altri?

RECENSIONE: Ho scoperto questo meraviglioso libro guardando il film con Tom Hanks. Quando l’ho visto, l’ho subito adorato e quindi ho letto il libro e anche quello mi è piaciuto un sacco. Il libro ha come protagonista Paul Edgecombe che si trova in una casa di riposo e narra la sua storia nel penitenziario di Cold Mountain e di come incontrò John Coffey e il Signor Jingles. Siete curiosi di sapere chi sono? Benissimo, allora leggete il libro; vi immedesimerete in Paul, e comincerete a scoprire la misteriosa e triste storia di Coffey. Conoscerete Percy, e gli altri personaggi. La lettura è stata molto impegnativa, dati i contenuti e un linguaggio scurrile; comunque, malgrado ciò, il libro mi è piaciuto moltissimo. Personalmente non ho intenzione di fare spoiler, in questa recensione, perché vi rovinerei la storia: se siete curiosi, leggetelo.

 “Il tuo nome è John Coffey”
“Si, signore, capo, come il caffè, solo che non si scrive alla stessa maniera”  
La narrazione si svolge in piani temporali diversi, permettendoci di avere un’immagine più completa della storia. I personaggi sono ben caratterizzati: troviamo Paul che lavora a Cold Mountain e che è un uomo di parola e giusto, il quale ha un bellissimo rapporto con la moglie; Percy – spero lo odierete quanto me – è un personaggio “inutile” che serve solo a rovinare i piani della gente; e poi c’è John Coffey, una persona molto gentile e timida e molto misteriosa (non potrete non affezionarvici).



A questo libro ho dato cinque stelle, l’ho adorato un sacco, spero piaccia anche a voi. Ci vediamo alla prossima recensione. Ciao

G.   

Nessun commento:

Posta un commento



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...